L’hockey su ghiaccio, quello sport già nel futuro senza più campionati nazionali

Lo scudetto italiano è assegnato a squadre di un torneo alpino italo-austro-sloveno. Lo scudetto russo in un torneo euro-asiatico. Lo sport scioglie i confini tra le nazioni.

di: Guido Tedoldi

Nella stagione agonistica 2016/2017 il campionato italiano di hockey su ghiaccio non si è disputato. Cioè, sì, lo scorso gennaio 4 delle più organizzate società italiane hanno disputato una final four che è stata vinta del Renon, squadra dell’Alto Adige (o del Sud Tirolo). Ma un campionato «italiano» non si è disputato: al suo posto c’è stata la Ahl, ovvero la Alps Hockey League.

Vi hanno preso parte 16 club, di cui 8 italiani, 7 austriaci e 1 sloveno. La tendenza a oltrepassare i campionati nazionali, peraltro, è mondiale. Il principale torneo di Europa e Asia è la Khl (K sta per Kontinental) con squadre di 8 nazioni: Russia, Bielorussia, Cina, Croazia Finlandia Kazakhstan, Lettonia e Slovacchia. Per non parlare della principale lega mondiale, la Nhl, che nel nome è National ma comprende franchigie di Usa e Canada.

I campionati nazionali resistono laddove ci sono pubblico numeroso e tradizione solida (ne ha parlato Emanuele Cuomo su IlSole24ore dello scorso 9 aprile). In Svizzera, per esempio, la squadra di Berna porta al palazzetto 16˙145 tifosi di media a partita, e in tutto il campionato svizzero la media spettatori è superiore ai 7˙000 a partita. In Germania sono 6˙647 di media, in Svezia 5˙849, in Cechia 5˙406, in Finlandia 4˙249.

Tanti spettatori al palazzetto significano anche contratti televisivi consistenti, e quindi alto valore delle squadre. La Nhl ha una media spettatori di 17˙487 con 3 squadre, a Chicago, Montreal e Detroit oltre i 20˙000. Ciò ne fa la lega leader nel mondo con un valore di fatturato di 4 miliardi di dollari statunitensi (circa altrettanti euro) e chi volesse comprare il suo club più ricco, i New York Rangers, dovrebbe investire almeno 1,2 miliardi. Il contratto televisivo in corso su territorio statunitense, con la Nbc, vale 200 milioni l’anno mentre su territorio canadese, con la Rogers Communications, vale 4,9 miliardi per il periodo 2014/2026.

Ma va detto che la Nhl è nata un secolo fa, nel novembre 1917. La Khl è nata nel 2008 e ha alle spalle la solidità del campionato russo. Ha 3 squadre (San Pietroburgo, Minsk e Helsinki) oltre i 10˙000 spettatori di media al palazzetto.

La Ahl appena terminata era alla 1ª edizione e il suo fatturato complessivo è stato di circa 10 milioni di euro. L’ultima partita di finale si è disputata il 10 aprile e l’ha vinta il Renon sull’Asiago (come anche la final four per lo scudetto italiano – qualche info si trova sul sito web Flashcore al link: http://www.flashscore.com/hockey/austria/alps-hockey-league/). Presenze medie ai palazzetti di 700 spettatori, con punte di circa il doppio per le finali. Per trasmettere le partite Sky ha speso 150˙000 euro.

I numeri sono ancora minuscoli, sia di persone sia di soldi movimentati. D’altra parte se tutto rimanesse all’interno dei confini nazionali quei numeri sarebbero ancora più piccoli. Per lo sport di vertice non sembra esserci alternativa all’annullamento delle frontiere.

Autore: Guidoio

Sono un blogger, e ho un'idea circa quello che significhi e che, per qualche tempo, tenterò di far significare nel futuro. Sono nato nel 1965, nella provincia bergamasca, in una famiglia operaia (all'epoca esistevano). La televisione in bianco e nero entrò in casa mia quando ero bambino, il telefono arrivò dopo. Nella mia prima vita sono stato barista, operaio, venditore di libri. Nella seconda vita sono stato giornalista, ho aperto un giornale su carta, non mi sono adeguato alle usanze della tribù. Adesso apro questo sito, con un obiettivo che mi pare plausibile e la curiosità di vedere come potrà concretizzarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...